Facciamo pace con la bilancia!

Il rapporto che noi donne abbiamo con la bilancia è davvero qualcosa di assurdo. Praticamente il nostro umore sembra dipendere dal numero che ci leggiamo sopra. Se partiamo alla mattina con un numero che non ci piace, ecco che si prevede una giornata storta, perché partiamo già di cattivo umore!

La soluzione che molte donne hanno scelto è quindi di non pesarsi mai! Peccato però che quando il nostro obiettivo è migliorare la nostra forma fisica avere dati numerici sia fondamentale per capire a che punto siamo e in quale direzione stiamo andando. Ecco perché ritengo indispensabile pesarsi e misurare le circonferenze in alcuni punti critici, tutti i santi giorni...

Read More

Fit Tiramisù

Riponete i Pavesini (un pacchetto da 25 g) su un piatto e versate sopra il caffè caldo. Mettete a raffreddare in frigorifero. Quando saranno freddi, disponetene metà sul fondo di una ciotola. Mescolate un vasetto di yogurt greco (io ne ho usato uno senza lattosio e al 2% di grassi) con 10 g di proteine whey al gusto vaniglia (io ho usato le mie preferite: Hydrolysed Whey di Named Sport) e 15 g di sciroppo d’acero. Coprite il primo strato di Pavesini con metà dello yogurt. Disponetevi sopra l’altra metà dei Pavesini. Coprite questo secondo strato con il restante yogurt. Usando un colino spolverizzate con mezzo cucchiaino  di cacao amaro in polvere. Lasciate riposare in frigo almeno per un paio d’ore.

Se potete permettervi un po’ più ...

Read More

Le feste fanno ingrassare? E gli “sgarri” o “pasti liberi”?

Prima delle feste, durante le feste, dopo le feste, si sprecano i post e i video, sui pasti-sgarro.

Per mettere tutti d’accordo e far sì che ci si possa abbuffare senza rimorsi, si dice che non si ingrassa da Natale all’Epifania ma dall’Epifania a Natale. Vero? A quanto pare no!

È dimostrato: durante le feste si ingrassa e non poco.

Uno studio recente ha monitorato le variazioni di peso corporeo di circa 3000 volontari negli Stati Uniti, in Germania e Giappone. L’analisi dei dati non lascia molti dubbi: non importa dove vivi o cosa festeggi, quel che è certo è che le vacanze sono il periodo nel quale ingrassi di più. Non solo...

Read More

Il test dei massimali. Perché farlo, quando (se) farlo e come

Annalisa Ghirotti Squat

Prima di tutto, per chi non lo sapesse, chiariamo che cosa è il test dei massimali. Molto in sintesi un allenamento nel quale l’atleta prova ad eseguire una singola ripetizione con il maggior carico possibile.

Perché si fa? Ad esempio per avere un riferimento, rispetto al quale calcolare i carichi di lavoro di un programma di allenamento, come percentuali rispetto al carico massimale (1RM). Ad esempio lavorare al 70% di 1RM, con 1 RM di 80 kg, significa lavorare con 56 kg. Questo permette di definire oggettivamente l’intensità di lavoro.
Un altro motivo per testare i massimali è avere una misura oggettiva del livello di forza dell’atleta per poi poterlo confrontare con i risultati delle prove successive per verificare i progres...

Read More

Lasciate perdere l’aerobica classica e passate all’H.I.I.T.!

Sono sempre tante le persone che mi scrivono per chiedermi consigli sull’allenamento migliore per dimagrire e molte di queste sono persone, soprattutto donne, sono convinte che la corsa sia una buona idea per raggiungere l’obiettivo. In fondo molti medici la consigliano, la fanno un po’ tutti, alcuni perdono peso, quindi dev’essere una buona idea… giusto?  SBAGLIATO!

I benefici dell’allenamento aerobico convenzionale sono stati sovrastimati. È promosso dai media perché è facile da attuare e perché è coerente con l’idea (SBAGLIATA!) che l’allenamento debba essere “sudore, agonia e sofferenza prolungata”. NON è così!!!

Io sconsiglio l’endurance e la corsa in particolare, per diversi motivi.

1. Bisogna prima di tutto, per l’enn...

Read More

Risotto con carciofi e speck croccante

Hello world!

Read More

Il mio segreto salva linea al ristorante

pinzimonio di verdureFacciamo un test: siete a pranzo o a cena al ristorante. La vostra alimentazione prevede che mangiate un secondo di carne o pesce e verdure. Mentre gli altri mangiano antipasti e primi, voi:

1. ve ne fregate di quello che prevede la dieta e mangiate qualsiasi cosa;

2. ve ne fregate di quello che prevede la dieta e mangiate i grissini o il pane o tutt’e due mentre aspettate;

3. aspettate il vostro piatto soffrendo i morsi della fame, odiate gli altri che stanno mangiando e pensate a quanto siete sfortunati e a quanto detestate il vostro consulente nutrizionale che secondo voi vi impone atroci sacrifici, quindi ve ne fregate di quello che prevede la dieta e ci bevete sopra 2 o 3 bicchieri di vino per dimenticare…;

4. una qualsiasi combinazion...

Read More

Porridge proteico, mela e vaniglia

Porridge mela e vanigliaDa preparare la sera prima. Mettete in una tazza 60 gr di fiocchi d’avena bio piccoli (li trovate in erboristeria). Fate bollire 280 ml d’acqua e versatela nella tazza. Coprite con un piattino e lasciate riposare tutta la notte. I fiocchi d’avena si ammorbidiranno assorbendo l’acqua. La mattina aggiungete mezza mela grattugiata (100 gr), 1 cucchiaino di miele (10 gr) e 20 gr di proteine in polvere al gusto vaniglia (io ho usato Egg Protein di Named Sport) e mescolate bene.

Tempo di preparazione: 5 min.

Valori nutrizionali medi per porzione: carboidrati 53 g, proteine 23 g, grassi 4 g, kcal 340 

Consigliato come: colazione o pasto pre allenamento.

Read More

Risotto con calamari e verdure

risotto-calamariFate bollire 160 ml d’acqua (se la fate bollire in un bollitore e poi la trasferite nel pentolino, fate prima) e cuoceteci 80 gr di riso basmati per 4 min. Poi spegnete il fuoco e lasciate riposare con coperchio. In questo modo il riso finirà di cuocersi assorbendo l’acqua e non dovrete scolarlo. Nel frattempo, fate cuocere a fuoco medio in una padella antiaderente 150 gr di minestrone surgelato, con sale marino integrale, pepe nero e prezzemolo. Dopo una decina di minuti, aggiungere 200 gr di calamari (vanno benissimo anche quelli surgelati, lasciati scongelare in frigo dalla sera prima) tagliati a striscioline e continuate la cottura con coperchio. Dopo circa 10 min. ultimate la cottura senza coperchio. Infine aggiungete il riso e finite...

Read More

Omelette con marmellata

omelette marmellataMettete in un contenitore alto (uno shaker va benissimo) 2 uova, 200 gr di albumi, 30 gr di farina d’avena. Per ottenere un composto omogeneo frullate il tutto con il minipimer. Fate scaldare sul fuoco una padella antiaderente (io ne uso una di diametro 24 cm) e ungetela con un goccio d’olio, distribuito con la carta casa. Versate circa un terzo del composto e cuocete a fuoco medio-basso con coperchio. Mettete nel piatto, spalmate metà omelette con 2-3 cucchiaini di marmellata 100% frutta e ripiegate l’altra metà. Ripetete l’operazione e otterrete 3 omelette. 

Tempo di preparazione: 15 min.

Valori nutrizionali medi in grammi:

carboidrati 37

proteine 35

grassi 12

Consigliato come: colazione nei giorni d’allenamento.

Read More